Vetri di luce nelle stanze della biblioteca

Fondazione Querini Stampalia